AGOSTO: LA VIGILANZA NON VA IN VACANZA!

 

Periodo di ferie e vacanze, questo, ma non per gli operatori della Vigilanza ittica e Ambiente della nostra Sezione, che in collaborazione con altri volontari sono quotidianamente impegnati in operazioni di recupero ittico nei corsi della provincia, soprattutto in quelli della fascia collinare, i più colpiti dalle secche di questo torrido periodo.

A seguito di costanti monitoraggi o su segnalazioni di Amministrazioni o privati, gli addetti della Vigilanza, che lo ricordiamo sono Agenti di Polizia Giudiziaria a tutti gli effetti, in coordinamento con la Polizia Locale e lo STACP della Regione, intervengono con i mezzi più idonei  in tutte quelle situazioni effettivamente precarie per la sopravvivenza della fauna ittica. Gli abitanti del corso d’acqua interessato, una volta prelevati e messi in sicurezza in appositi contenitori ossigenati, vengono spostati generalmente in tratti dello stesso corso d’acqua in cui una sufficiente portata idrica ne possa garantire la sopravvivenza.

Saranno poi le piene del periodo autunnale a “ridistribuire” trote, cavedani, barbi, carpe, alborelle, lasche e ogni altra specie, lungo tutto il corso del torrente o del fiume, permettendo un normale ripopolamento naturale.

Come informazione, solo nel periodo compreso tra metà giugno e metà agosto sono stati monitorati 24 corsi d’acqua considerati a rischio idrico e su questi sono stati eseguiti ben 16 interventi di recupero che hanno messo in sicurezza  dai 18.000 ai 20.000 pesci di varie specie, un vero patrimonio ittico per i nostri corsi d’acqua montani !

Gli operatori della Vigilanza Ittica FIPSAS, il loro Coordinatore e gli associati che si sono resi disponibili, sono tutti volontari che vengono formati attraverso appositi corsi d’istruzione e offrono la loro opera gratuitamente.

Il loro compito è oltremodo delicato e prezioso ed assolve in larga parte a quanto di competenza della Regione in materia ambientale e della Polizia Locale in merito alla vigilanza, lotta al bracconaggio e controllo delle acque e della flora e fauna ittiche. Proprio per questo motivo la collaborazione tra RER, Polizia Locale e FIPSAS Bologna è disciplinata da specifiche convenzioni che ne stabiliscono compiti e limiti d’azione.

Recentemente, su accordo con la Regione Emilia Romagna, il corpo della Vigilanza Ittica della nostra Sezione ha potuto dotarsi di due mezzi specifici e dedicati agli spostamenti degli addetti. La Vigilanza Ittica ha a disposizione, tra gli altri mezzi, anche un drone che consente di poter  monitorare e vigilare meglio e più rapidamente anche quelle zone impervie o lontano dalle vie più battute.

Il gruppo delle GGV (Guardie Giurate Volontarie) della nostra Sezione provinciale, formato da 30 agenti con Decreto e operativi, è regolarmente registrato presso la Prefettura di Bologna, che ne ha acquisito ed approvato il regolamento operativo, la divisa ed i fregi distintivi. Un altro importante lavoro svolto dalle GGV della nostra Sezione è il controllo dei lavori in alveo che le Bonifiche o le Amministrazioni Locali  svolgono per vari motivi.

Nel video che riportiamo, gentilmente concesso dall’emittente VergatoNews24, le operazioni di un recente recupero ittico effettuato nel Torrente Vergatello, in territorio di Vergato (Bo), che ha permesso si salvare migliaia di pesci di varia taglia e specie.

Per info e dettagli: Sezione FIPSAS Bologna – tel. 3497587237 – mail: bologna@fipsas.itvigilanza@fipsasbologna.it

RECUPERO DI PESCI NEL TORRENTE VERGATELLO FIPSAS BOLOGNA

 

WhatsApp Image 2021-08-20 at 13.40.34 (1) WhatsApp Image 2021-08-20 at 13.40.34 WhatsApp Image 2021-08-20 at 13.41.49 WhatsApp Image 2021-08-20 at 13.43.23 WhatsApp Image 2021-08-20 at 13.43.24 (1) WhatsApp Image 2021-08-20 at 13.43.24 WhatsApp Image 2021-08-20 at 13.44.47